C'è un posto speciale sulla riva meridionale del lago Erie, alla foce del fiume Cuyahoga, dove vive un gruppo speciale di fan a cui non importa cosa gli facciano i Tribe, i Cavs e i Browns, loro credono sempre.

Believeland

C'è un posto speciale sulla riva meridionale del lago Erie, alla foce del fiume Cuyahoga, conosciuto come Cleveland. È la sede della Rock and Roll Hall of Fame e la patria degli Indians, dei Browns e dei Cavaliers. Ma è anche il luogo di un'agonizzante serie di sconfitte. Di tutte le città americane che hanno almeno tre grandi franchise sportivi, Cleveland è l'unica che non è riuscita a vincere un campionato nell'ultimo mezzo secolo. Quelle squadre sportive, e i cuori che hanno spezzato più e più volte, hanno ispirato un nome diverso per la città, e il titolo di questo film 30 for 30: "Believeland". Diretto dal nativo dell'Ohio Andy Billman, questo documentario evocativo vi porterà in un viaggio che va indietro di 50 anni e cattura gli alti e bassi seminali della metropoli un tempo fiorente; Superman, dopo tutto, è stato creato lì. Nonostante le disgrazie economiche e atletiche, e la maglietta che recita "Dio odia Cleveland", la gente ancora crede e venera Jim Thome, Jim Brown e LeBron James. Ma non possono nemmeno dimenticare Edgar Renteria, John Elway e Michael Jordan, gli uomini che hanno spento i loro sogni di un campionato tanto atteso. Per quanto doloroso, "Believeland" è una celebrazione della fede, un testamento di quanto lo sport sia importante per Cleveland, e quanto Cleveland sia importante per lo sport.

Data di uscita:

2016