2006

Jean Baptiste Grenouille fu abbandonato dalla madre. Nessuno lo amava, per via di una stranezza: non aveva alcun odore. Era però dotato di uno straordinario senso dell’olfatto. Trovò lavoro dal profumiere Baldini, da cui apprese come distillare le essenze. Ma, ossessionato dall’idea di creare un profumo che catturasse l’essenza delle ragazze, per riuscirci il ragazzo dovette ucciderle e mutilarle.

El perfume: Historia de un asesino

Jean Baptiste Grenouille nacque nei fetidi mercati del pesce, e fu poi abbandonato tra i rifiuti dalla madre. Il ragazzo crebbe in un ambiente ostile dove nessuno lo amava, e persino i suoi compagni di classe tentarono di ucciderlo soltanto perché c’era qualcosa che lo rendeva diverso: non aveva alcun odore. Il ragazzo aveva però un olfatto eccezionale. All’età di 20 anni cominciò a lavorare per il profumiere Baldini, dal quale apprese come distillare le essenze. Ma Jean Baptiste voleva cogliere anche altri odori: quello del vetro, del rame e, soprattutto, quello di alcune donne. In cambio di centinaia di formule di profumo, con le quali si arricchì, Baldini scrisse per lui una lettera di raccomandazione per fargli imparare l’arte dell’“enfleurage” a Grasse, la capitale mondiale del profumo. Una volta lì, Jean Baptiste raggiunse il suo scopo: uccidere e mutilare le giovani ragazze della città in modo da creare un profumo che ne catturasse l’essenza.

Data di uscita:

2006