1982

Sordi alla regia dirige se stesso e Verdone in una commedia “on the road” su un padre e un figlio che più diversi non si può. Il padre, Armando, è un gaudente e bugiardo playboy. Il figlio, Cristiano, è un ingenuo ed imbranato idealista che lotta per la salvaguardia del gabbiano. Costretti a partire insieme, lungo il viaggio si conosceranno e si scontreranno, riscoprendo il loro rapporto.

In viaggio con papà

Cristiano è un giovane ingenuo e idealista membro di una comunità per la salvaguardia del gabbiano che approfitta di una sosta a Roma per far visita al padre Armando che non vede da quasi due anni. L’uomo è un vitale donnaiolo che sta per partire per raggiungere la sua giovane amante e all’arrivo del figlio cerca di levarselo dai piedi con la scusa di un importante viaggio di lavoro in Liguria. Per una fortuita coincidenza Armando è costretto a dare un passaggio a Cristiano che deve raggiungere la sua comunità in Corsica. Durante il viaggio Armando cercherà continuamente di staccarsi dal figlio ma ogni volta se lo ritroverà puntuale seduto di fianco a lui in auto. Ad esempio, quando in una delle soste obbligate incontra una sua vecchia socia in affari nonché ex amante, e convince Cristiano a uscire con la figlia e le sue amiche; la serata si rivelerà però un buco nell’acqua. Armando propone anche a Cristiano di fermarsi dalla madre per qualche giorno. In realtà il giovane è ancora convinto che i suoi genitori stiano insieme ma arrivato dalla donna scoprirà l’amara realtà. Il viaggio prosegue e nonostante numerosi litigi e incomprensioni, padre e figlio si conosceranno per quel che sono in realtà, imparando ad accettarsi reciprocamente.

Data di uscita:

1982