2010

Cosa ci fanno la notte della Vigilia, Aldo, Giovanni e Giacomo, in questura? Sorpresi appesi alla grondaia di un palazzo vestiti da Babbo Natale, sono accusati di essere una banda di ladri. Per scagionarsi raccontano la loro vita all’ispettrice di polizia. Un bel cinepanettone dalla comicità surreale infarcito delle gag del famoso trio. Da segnalare la Finocchiaro e le canzoni inedite di Mina.

La banda dei Babbi Natale

“Mi dite perché stavate appesi a quel c…o di muro e ce ne andiamo a casa!?" Milano, notte di Natale. Beccati a scalare un palazzo vestiti da Babbo Natale, un veterinario bigamo, un vedovo inconsolabile e un mantenuto bugiardo e inaffidabile, vengono portati in questura e interrogati da un’impaziente Angela Finocchiaro che vorrebbe essere a casa a festeggiare. I tre amici, per scagionarsi dall’accusa di essere una banda di ladri, raccontano la loro vita complicata con dei flashback, sperando di riuscire a dimostrare la propria innocenza. Alla fine, dopo una serie di avventure surreali e gag esilaranti, tutto va per il meglio: i veri ladri vengono arrestati, il bigamo Giovanni lascia entrambe le mogli per mettersi con l’ispettrice di polizia, il vedovo Giacomo corrisponde finalmente l’amore di una collega e l’inaffidabile Aldo trova lavoro. Dulcis in fundo, i tre amici, appassionati di bocce vincono al torneo l’agognata coppa.

Data di uscita:

2010