2014

Spagna, 1980. Due detective di polizia, dalle opposte idee politiche, vengono inviati da Madrid in una remota cittadina del sud, nelle paludi del fiume Guadalquivir, per indagare sulla scomparsa di due adolescenti. In una cittadina ancora ferma nel tempo, dovranno affrontare, oltre a uno spietato assassino, anche i loro demoni interiori.

La isla mínima

Spagna, 1980. La democrazia è ancora giovane. In una cittadina del sud, dimenticata da tutti e ferma nel tempo, e situata in una zona paludosa, due adolescenti scompaiono durante la festa del paese. Nessuno sente la loro mancanza, è normale che i giovani della zona si trasferiscano il prima possibile in cerca di una vita migliore, e molti sono costretti a scappare di casa per riuscirci. Rocío, la madre delle due ragazze, convince il giudice del posto, Andrade, ad avviare delle indagini. Due detective della omicidi, Pedro e Juan, vengono inviati sul posto da Madrid. Hanno personalità e approcci molto diversi tra loro. Per motivi differenti, stanno attraversando un momento difficile della loro carriera in polizia. Scoppia uno sciopero dei contadini, che mette in pericolo il raccolto del riso, maggior fonte di guadagno della città. Questo si rivela un problema anche per i due detective, che ricevono pressioni per chiudere il caso il prima possibile. Tuttavia, le loro indagini portano alla luce la scomparsa, negli ultimi anni, di numerose adolescenti in quella stessa area, oltre alla scoperta di un’altra importante fonte di guadagno per la città: la droga. Niente è come sembra, in questa cittadina isolata e chiusa in se stessa. Le indagini non fanno progressi. In questa difficile situazione, Juan e Pedro dovranno affrontare le loro paure, il loro passato e il loro futuro. Si avvicineranno sempre più l’uno all’altro, i loro metodi diventeranno sempre più simili. Trovare l’assassino è l’unica cosa che conta.

Data di uscita:

2014