2011

In un angolo remoto della Francia occupata dai tedeschi, i bambini di due villaggi vicini giocano la propria feroce guerra. Un adattamento tenero, emozionante e divertente dell’omonimo classico bestseller.

La Nouvelle Guerre des boutons

Mentre il pianeta è scosso dai terribili eventi della seconda guerra mondiale, un’altra guerra si svolge in un angolo remoto della campagna francese. I bambini dei villaggi vicini Longeverne e Velran si sono sempre odiati. Ora la loro battaglia prende una nuova piega: tolgono i bottoni dai vestiti dei prigionieri e li fanno tornare a casa quasi nudi, sconfitti, umiliati. Viene dichiarata la guerra dei bottoni, e vincerà il villaggio che raccoglie più bottoni. La nostra storia segue Lebrac, tredicenne duro e tormentato ma dal grande cuore e “capo stratega” di Longeverne, e i suoi luogotenenti: Grand Gibus, Crique, e la mascotte, Petit Gibus, un irrefrenabile bambino di otto anni che partecipa con una serietà esilarante. L’arrivo di Violette, una giovane ragazza di città, fa battere forte il cuore, soprattutto quello di Lebrac, e il romanticismo segue velocemente. Ma l’aspetto di Violette suscita sospetti: è di origine ebraica e si è rifugiata con la sua presunta zia, la bella Simone, di cui il maestro del villaggio è segretamente innamorato. Si scoprirà il passato di Violette? Sarà denunciata? La guerra dei bottoni racconta la sua storia con grande tenerezza e calore, ma con tutta l’emozione e l’azione di un film di guerra ambientato sul ricco sfondo drammatico della Francia occupata dai tedeschi nel 1944. Un successo fenomenale, la versione cinematografica di Yves Robert del 1961 del celebre romanzo di Louis Pergaud, La guerra dei bottoni, ha riscosso un grande successo e più di dieci milioni di spettatori all’uscita in Francia.

Data di uscita:

2011