2017

Lo scrittore di viaggi Sylvain Tesson fa ritorno al Voyage per condividere la sua ultima avventura in sidecar al lago Hôvsgôl, sul confine fra Russia e Mongolia.

La voie des glaces

Lo scrittore di viaggi Sylvain Tesson ci invita nella sua ultima avventura. Con la sua eccezionale sensibilità verbale, Tesson condivide pensieri ed emozioni, con l’aiuto di uno sfondo mozzafiato. In partenza in sidecar per il lago ghiacciato di Hôvsgôl, sul confine fra Russia e Mongolia, un gruppo di amici viene seguito da Clément Gargoullaud, che con la sua telecamera riprende questa poetica avventura. Sul confine della Siberia mongola e dei Monti Saiani, il lago Hôvsgôl, quando è ghiacciato, diventa una strada per i pochi abitanti che vivono ancora sulle sue rive. Il destino dell’uomo incontra il gelo sul ghiaccio fresco e immacolato. Alcuni si dirigono a sud in cerca di fieno per gli animali, altri seguono i lupi verso ovest. Sylvain Tesson ci presenta queste persone semplici, distaccate dal resto del mondo. Un viaggio di assoluta provvisorietà, che non lascerebbe alcuna traccia, se non fosse per queste parole e poche immagini.

Data di uscita:

2017