Un poliziesco con un trio di investigatori particolare: un capo che tutti credono pazzo, un insolente giovane collega dedito a inseguire le donne quanto a inseguire gli assassini, e una giovane poliziotta considerata completamente senza talento e che deve ancora rendersi conto di avere in realtà qualche abilità.

München Mord – Wir sind die Neuen

Ludwig Schaller era il capo del dipartimento omicidi di Monaco prima che i suoi metodi d'indagine poco convenzionali diventassero la sua rovina: in uno dei suoi ultimi casi, Schaller aveva scavato così a fondo nella psiche del colpevole, che i suoi stessi colleghi avevano cominciato ad aver paura di lui. Da allora, alcuni lo avevano definito un malato mentale, ed era stato sollevato dagli incarichi. Un ex collega, l'opportunista Helmut Zangel, è ora il nuovo capo, e si diverte a tenere Schaller nella sua "vecchiaia". I due uomini si odiano a vicenda. Sistemato in un ufficio orrendo, Schaller dovrebbe occuparsi delle scartoffie e della chiusura vecchi casi. Come umiliazione speciale, a Schaller vengono assegnati due colleghi che sono, anche loro, ai margini della professione; anche loro sono emarginati con cui nessun altro vuole lavorare, fra cui la giovane ispettrice Angelika Flierl che ha poca fiducia in sé stessa, e deve la carriera al fatto di essere la nipote del capo della polizia, ma che le piacerebbe lasciare la polizia e diventare una cantante.

Data di uscita:

2014