1991

L’ultimo film diretto da Troisi, vincitore di 2 Nastri d’Argento e un premio ai David di Donatello, racconta attraverso la storia di due fidanzati, l'andirivieni del sentimento d’amore, incerto e imponderabile. Cecilia e Tommaso stanno per sposarsi ma invece si lasciano, ma poi si ritrovano per non lasciarsi forse più, ma questa volta non da sposati, non da marito e moglie.

Pensavo fosse amore: …Invece era un calesse

“Com'è che vi sposate... avete problemi?” L’ultimo film diretto da Troisi, di cui è anche sceneggiatore e protagonista insieme a Francesca Neri, Marco Messeri e Angelo Orlando, mette in scena i complicati percorsi dell’amore. Pensavo fosse amore… invece era un calesse, vincitore di 2 Nastri d’Argento e un premio ai David di Donatello, racconta attraverso la storia di due fidanzati che stanno per sposarsi e che invece si lasciano, ma poi si ritrovano e poi non si sa, l'andirivieni del sentimento d’amore, incerto e imponderabile. Tommaso gestisce un ristorante a Napoli, lei lavora in una libreria lì vicino. Tommaso e Cecilia convivono e sono in procinto di sposarsi ma, alla vigilia, lei manda tutto a monte, accusando Tommaso di pigrizia e tradimenti. Insomma, il matrimonio non s’ha da fare. Sconvolto, Tommaso si abbandona alla disperazione, interrogandosi sul suo futuro. Nulla può la vicinanza dell’amico Amedeo anche perché la sua sorellina adolescente è talmente innamorata di Tommaso che arriva ad avvelenarlo. Intanto Cecilia si fidanza con il solare e bizzarro Enea, mentre l’ex fidanzato Tommaso consulta una fattucchiera nella speranza di tornare con Cecilia. I due finalmente si rimettono insieme – dopo che Enea si rivelerà incapace di amare fisicamente la ragazza – e i preparativi del matrimonio riprendono. Ma un’altra sorpresa è dietro l’angolo.

Data di uscita:

1991