1971

Un giovane uomo che rifiuta di farsi coinvolgere viene salvato dalle grinfie di alcuni rapinatori da una ragazza in carriera di New York. Lei lo rincorre in modo aggressivo, si sposano e poi lei viene assassinata in modo insensato da un cecchino. Basato sull'opera di Jules Feiffer.

Piccoli omicidi

Alfred Chamberlain (Elliot Gould) era un fotografo di successo ma l'abitudine di modificare le fotografie per rimuovere delle persone lo ha portato a trovarsi senza lavoro e caduto in miseria. Incontra Patsy Newquist (Marcia Rodd), che decide che sarà la sua missione cambiarlo e plasmarlo in un, come dice lei stessa, "uomo forte, vitale e sicuro di sé, che posso proteggere e di cui posso prendermi cura". Quando lo porta a casa a conoscere i suoi genitori (Vincent Gardenia ed Elizabeth Wilson), le cose vanno storte. Siamo a New York nei primi anni '70 e un'epidemia di sparatorie casuali e violenza dilaga in città. Alla fine, Alfred si rende conto che l'unica risposta sana a un mondo folle è diventare folli a propria volta.

Data di uscita:

1971