2020

“Pinguini: Riprese estreme”, segue il team brillante e tenace di registi dietro al documentario Disneynature "Pinguini", che racconta la crescita di un pinguino di Adelia di nome Steve. Per portare a termine la sua missione, il team deve sfidare l'Antartide, sopportando temperature di 40 gradi sotto zero, venti con la forza di un uragano e il travolgente odore di un milione di pinguini.

Pinguini: Riprese estreme

“Pinguini: Riprese estreme”, segue il team brillante e tenace di registi dietro le quinte del documentario Disneynature "Pinguini", storia della crescita di un pinguino di Adelia di nome Steve. Per portare a termine la sua missione, il team deve sfidare l'Antartide, sopportando temperature di 40 gradi sotto zero, venti con la forza di un uragano e lo sconvolgente odore di un milione di pinguini. Ogni primavera, i pinguini di Adelia - tra gli uccelli più forti al mondo - arrivano all'estremità dell'Antartide per riprodursi e garantire la sopravvivenza della loro specie. Per catturare questo rituale che avviene ogni anno, il team copre tre zone chiave: Cape Crozier, dimora della più grande colonia di pinguini di Adelia, la base di ricerca di Dumont d'Urville dove i pinguini di Adelia e i pinguini Imperatore sono vicini di casa e Avian Island, dove nessuna troupe è mai stata prima. Il team di Disneynature ha ideato un unico, nuovo sguardo per “Pinguini”, utilizzando una speciale attrezzatura di ripresa per raccontare gran parte della storia dal punto di vista di un pinguino. Intrepidi sub filmano la grazia e la rapidità degli Adelia sott'acqua e la troupe in elicottero riprende la gigantesca colonia e lo scenario maestoso dall'alto. Mentre il team ammira con attenzione questi miracoli bianchi e neri, il comportamento eccentrico dei pinguini spesso è davvero buffo. Dietro le quinte, i registi condividono momenti comici, come un piccolo Adelia che irrompe in una colonia di pinguini Imperatore, i maschi che rubano con astuzia rocce da nidi incustoditi, piccoli affamati che inseguono i loro genitori, e il momento della muta. Contrariamente al soggetto affascinante, quello che circonda la troupe non è per niente piacevole. Una tempesta di neve trasforma il ritorno alla base in una lotta per la sopravvivenza, i venti catabatici battono contro le tende del team, le orche curiose invadono il loro spazio personale, e la flatulenza degli elefanti marini è un incubo. Ma forse niente è più terribile del rito di passaggio finale per per i piccoli di Adelia che sono appena diventati indipendenti. Per raggiungere il mare aperto in vista dell'inverno, devono attraversare una distesa di ghiaccio molto fragile, sotto al quale si nascondo predatori in attesa di cibo. Dopo molti mesi di riprese, il team si trova sulla terraferma, in barca e sott'acqua pronto a catturare la scena finale... pieni di speranza che i loro piccoli amici conquistino la salvezza.

Data di uscita:

2020