Il film valse ad Argento il titolo di "erede" di Alfred Hitchcock. Mark, un pianista inglese, assiste impotente all'omicidio della sua vicina di casa. Quando decide di indagare per conto proprio, inizia l’incubo. L'atmosfera è angosciante, la violenza è cruda, e l’assassino “sembra sempre sapere in anticipo le nostre mosse!". Torino si tinge di profondo rosso sulle inquietanti note dei Goblin.

Profondo rosso

Il film valse ad Argento il titolo di "erede" di Alfred Hitchcock. Mark, un pianista inglese, assiste impotente all'omicidio della sua vicina di casa. Quando decide di indagare per conto proprio, inizia l’incubo. L'atmosfera è angosciante, la violenza è cruda, e l’assassino “sembra sempre sapere in anticipo le nostre mosse!". Torino si tinge di profondo rosso sulle inquietanti note dei Goblin.

Data di uscita:

1975