1995

Commedia a episodi su tre coppie di neosposi. L’immagine iniziale di una torta nuziale che esplode preannuncia le difficoltà fra i coniugi. Verdone è un medico ossessivo che porta la moglie Pivetti al suicidio; poi interpreta un coatto che al motto “o famo strano” fa sesso ovunque con Claudia Gerini fino alla noia. Infine è il buon Giovanni, costretto dai parenti a saltare il viaggio di nozze.

Viaggi di nozze

ll vedovo Raniero Cotti Borroni, barone della medicina e malato di lavoro, convola a nozze con la giovane e fragile Fosca, grata per averle curato la madre malata. Durante il viaggio di nozze la neosposa s'accorge di avere commesso un grave errore. Raniero è opprimente e maniacale, tanto da indurla al suicidio. La donna si butta dal balcone della stanza d'albergo a Venezia, proprio come la prima moglie, 5 anni prima. Il puro Giovanni sposa l'eterna fidanzata Valeriana. I due stanno per imbarcarsi per una crociera nel mar Mediterraneo ma, poco prima di salpare, Giovanni è costretto a lasciare Valeriana e tornare a Roma in soccorso dell'anziano padre Adelmo; anche Valeriana deve rientrare per altri guai ed imprevisti con la sorella. Il loro viaggio sfuma ma i due non si perdono d'animo e riprogrammano al Natale seguente un giro ai Caraibi. Ivano, giovane coatto di famiglia arricchita, sposa Jessica, la sua copia esatta al femminile. Dopo una trasgressiva cerimonia, i due partono per un viaggio tra alberghi e discoteche, dove consumano rapporti sessuali in situazioni estreme. Tra i due subentra una crisi a cui non trovano soluzione: la noia ha preso il sopravvento, ogni cosa, anche la più strana è stata testata e consumata.

Data di uscita:

1995